ETNZ completa la prima fase di allenamento sull'AC72

© Chris Cameron / Emirates Team New Zealand

Emirates Team New Zealand ha terminato il mese di allenamento a bordo del suo AC72 e deve ora attendere l'anno nuovo per poter tornare a navigare sul maxi catamarano: tra luglio 2012 e gennaio 2013 il Protocollo consente ai team di navigare non più di trenta giorni.


Ora, fanno sapere dal team kiwi, lo shore team comincerà a disarmare parzialmente la barca in attesa che vengano completati i lavori a bordo della nuova, attesa al varo nelle prime settimane del 2013. Per contenere i costi, Emirates Team New Zealand, che terrà il primo AC72 pronto per ogni evenienza, almeno inizialmente conta di smontare e riutilizzare buona parte dell'attrezzatura di coperta.


Tutti i componenti della barca nuova sono stati costruiti dalle parti di Auckland, presso gli stabilimenti della Cookson Boats e della Southern Spars. La nuova ala, invece, è in fase di completamento presso la base del team, nel Viaduct Harbour. Scafi, traverse e altre parti della piattaforma saranno consegnate a inizio gennaio in vista del varo programmato per inizio febbraio.


Grant Dalton, direttore generale di Emirates Team New Zealand, si è detto molto soddisfatto di essere riuscito a completare il programma di allenamento in tempo per poter dedicare le giuste attenzioni alla seconda barca: "Non abbiamo mai preso in considerazione l'idea di navigare con due barche assieme: comporterebbe grandi problemi dal punto di vista logistico e costi inaffrontabili. Le sole operazioni di varo coinvolgono trentacinque persone per un'ora e mezza. Ciò significherebbe tre ore di lavoro solo per varare le barche. L'unica soluzione sarebbe quella di avere due basi per il varo e l'alaggio e un doppio gruppo di lavoro: un piano insostenibile per il team".


Dalton ha poi spiegato che continueranno a navigare e ad allenarsi con Luna Rossa.


http://youtu.be/u-p3zc77W3U