La Giuria Internazionale si esprime a favore di Luna Rossa

© Luna Rossa Challenge 2013 / Nigel Marpel


La Giuria Internazionale della 34ma America's Cup ha ritenuto fondata la protesta presentata da Luna Rossa Challenge contro ORACLE TEAM USA per aver violato le regole relative allo spionaggio. La Giuria si è comunque riservata la decisione circa la penalità da attribuire al team statunitense.

Ricordiamo che il team di Max Sirena aveva protestato ORACLE TEAM USA all'inizio di novembre, accusando Matt Mason, membro del team guidato da Russell Coutts, di essersi portato a meno di 200 meri di distanza dall'AC72 italiano mentre questo era in navigazione nelle acque di Auckland. Un comportamento in chiaro contrasto con la regola 37.2 del Protocollo della 34ma America's Cup.

Nelle sua conclusioni, la Giuria Internazionale ha sottolineato che tutta la questione ruota attorno al comportamento dell'imbarcazione utilizzata dagli uomini di ORACLE TEAM USA: questa ha navigato a meno di 200 meri dalla barca di Luna Rossa? E cosa si intende per navigare? Gli Ufficiali di Regata hanno fatto riferimento all'Oxford English Dictionary, come previsto dall'articolo 1.3 del Protocollo, e hanno concluso che una barca è considerata in navigazione anche se staziona sull'acqua a patto che ci sia qualcuno ai comandi della stessa.

Un punto di vista diverso da quello sostenuto da ORACLE TEAM USA, che ha argomentato come "…per infrangere la regola 37.2 è necessario che il mezzo sia volontariamente diretto verso l'altra barca sino a portarsi a meno di 200 metri dalla stessa". Una versione che, come abbiamo spiegato, non ha convinto la Giuria.

Sempre secondo gli Ufficiali di Regata è palese che l'attività svolta da Matt Mason fosse tesa "…a raccogliere informazioni su un avversario" senza che questo avesse dato il suo consenso.

La Giuria Internazionale ha quindi chiesto alle parti di far pervenire le proprie richieste per decidere una penalità appropriata e ha chiesto a ORACLE TEAM USA di consegnare a Luna Rossa e agli Ufficiali di Regata tutto il materiale fotografico raccolto nel corso della giornata incriminata.