La Giuria Internazionale taglia cinque giorni di allenamento a ORACLE TEAM USA

The International Jury for the 34th America’s Cup The International Jury for the 34th America’s Cup (from left): Josje Hofland, John
Doerr, David Tillett, Bryan Willis, Graham MacKenzie (America’s Cup/Gilles Martin-Raget).

San Francisco - La Giuria Internazionale della 34ma America's Cup ha deciso di decurtare di cinque giorni il secondo periodo di allenamento sull'AC72 di ORACLE TEAM USA. E' questa la penalità inflitta al team statunitense in seguito alla protesta presentata da Luna Rossa Challenge 2013.


Poco prima di Natale, la Giuria Internazionale aveva riconosciuto fondata la protesta presentata da Luna Rossa contro ORACLE TEAM USA, accusato di aver violato l'articolo 37.2 del Protocollo della 34ma America's Cup nel momento in cui un gommone, condotto da personale del team statunitense, si era portato a meno di 200 metri dall'AC72 italiano, impegnato in un'uscita di allenamento ad Auckland.


Sottolineando l'importanza dell'articolo violato, concernente appunto l'attività di ricognizione, e la necessità di intervenire con una penalizzazione significativa, la Giuria Internazionale ha comunicato di aver ridotto di cinque giorni il secondo periodo di allenamento di ORACLE TEAM USA. Mentre gli altri team potranno navigare sui loro AC72 tra il primo febbraio e il 30 aprile, gli uomini di James Spithill dovranno fermarsi il 25 aprile.


Gli ufficiali di regata hanno inoltre reso noto di aver ricevuto dieci foto da parte di ORACLE TEAM USA scattate durante il sopralluogo "neozelandese" e di aver incassato, sempre da parte del Defender, 11.500 Euro di spese "processuali".