Luna Rossa Challenge pareggia il conto nella finale di Louis Vuitton Cup

18/08/2013 - San Francisco (USA CA) - 34th America's Cup - 18/08/2013 - San Francisco (USA CA) - 34th America's Cup - 18/08/2013 - San Francisco (USA CA) - 34th America's Cup - 18/08/2013 - San Francisco (USA CA) - 34th America's Cup - 18/08/2013 - San Francisco (USA CA) - 34th America's Cup - GMR_AC34AugD17_1380 GMR_AC34AugD17_1446 GMR_AC34AugD17_1515 GMR_AC34AugD17_1523 GMR_AC34AugD17_1571 GMR_AC34AugD17_1600 GMR_AC34AugD17_1603 GMR_AC34AugD17_1614

Con un posto nella finale della 34ma America’s Cup in palio, Luna Rossa Challenge ha pareggiato il conto in quella della Louis Vuitton Cup al termine di una regata condizionata dal ritiro di Emirates Team New Zealand, sino a quel momento protagonista della scena.

I kiwi stavano comandando la regata con oltre quattrocento metri di vantaggio quando, al termine del terzo lato, hanno dovuto fermare il loro AC72 a causa di un problema all’impianto idraulico che permette di governare i sistemi di bordo.

“Queste barche sono guidate dall’idraulica. Puoi incorrere in problemi seri se non puoi intervenire sulla regolazione dell’ala o del rake,” ha spiegato lo skipper Dean Barker.

I kiwi sono stati squalificati quando hanno ricevuto assistenza esterna da parte del loro shore team, intervenuto a bordo per ripristinare l’impianto.

Luna Rossa ha potuto così proseguire il suo volo solitario verso il punto del pareggio.

“Tutto ciò che viene, per noi, è un bonus – ha commentato il timoniere di Luna Rossa, Chris Draper – Non ci piace vincere così, ma sono comunque soddisfatto di come stavamo regatando contro avversari del genere. La velocità, nel complesso, è migliorata rispetto ai Round Robin. Vediamo cosa succederà”.

Draper e Luna Rossa avranno modo di capire a che punto sono già domani, lunedìquando saranno recuperate le regate 3 e 4, rinviate sabato e domenica.

Draper ha spiegato che il danno è conseguenza dell’incredibile potenza di queste barche: “C’era un bel po’ di brezza durante la navigazione di bolina. Stavamo spingendo barca e ala al limite e questo tipo di problemi capitano quano spingi al massimo. Sono quattro giorni consecutivi che navighiamo e lo faremo anche domani. E’ davvero dura per tutti tenere le barche in un pezzo”.

Barker ha sempre detto che timonare un AC72 è una delle cose più esaltanti che ci siano, a patto che si faccia molta attenzione.

“E’ la natura di queste barche. Ci sono moltissime cose che possono rompersi – ha detto Barker – E’ così che va. Siamo stati fortunati a non aver mai sofferto danni importanti”.

Louis Vuitton Cup, finale (alla meglio delle 13 regate)

  • Emirates Team New Zealand – 1

  • Luna Rossa Challenge – 1


Louis Vuitton Cup - programma

  • Lunedì, 19 agosto: Final Race 3 (12:10 PT, 21:10 ora italiana), Final Race 4 (13:10 pm PT, 22:10 ora italiana)

  • Mercoledì 21 agosto: Final Race 5 (13:10 PT, 22:10 ora italiana), Final Race 6 (14:10 pm PT, 22:10 ora italiana)

  • Sabato, 24 agosto: Final Race 7 (13:10 PT, 22:10 ora italiana), Final Race 8 (14:10 pm PT, 22:10 ora italiana)













































Race 2 Emirates Team New Zealand Luna Rossa Challenge
Percorso e distanza 5 lati, 10.02 miglia nautiche
Tempo 25:33.8
Delta DSQ
Velocità di punta 41.53 nodi 39.90 nodi
Velocità media 26.96 nodi
Distanza percorsa 11.4 miglia nautiche
Vento media/massima 15.4 nodi/19.9 nodi