Emirates Team New Zealand imprendibile: ora Luna Rossa è sotto 5 a 1.

GMR_AC34AugD22_3717


GMR_AC34AugD22_3704

GMR_AC34AugD22_3523

GMR_AC34AugD22_3730

GMR_AC34AugD22_3502

GMR_AC34AugD22_3480

GMR_AC34AugD22_3526

GMR_AC34AugD22_3458

GMR_AC34AugD22_3472

GMR_AC34AugD22_3498

Emirates Team New Zealand è a due punti dalla conquista della Louis Vuitton Cup del trentesimo anniversario e dalla conquista di un posto nella finale dell’America’s Cup.

Dean Barker e il suo equipaggio si sono portati sul 5 a 1 nella finale della America’s Cup Challenger Series dopo aver superato di 1’57” Luna Rossa nella sesta regata della serie conclusiva, disputata su un percorso lungo 10.30 miglia.

Kiwi e italiani erano praticamente appaiati sulla linea di partenza, ma Barker ha sfruttato al meglio la posizione sopravento e ha raggiunto la prima boa con un vantaggio di 10”, diventati 50” alla seconda boa, 1’16” alla terza e 1’47 all’ultima.

Il timoniere di Luna Rossa, Chris Draper, ha fatto il possibile per arginare l’avversario e una volta a terra ha sottolineato che a fare la differenza sono stati gli spunti prestazionali delle due barche.

“Sarebbe stato bello partire meglio – ha detto Draper – Ma la fredda realtà è che possiamo fare ciò che vogliamo, tanto ci passeranno comunque, tanto da sotto, quanto da sopravento”.

Le condizioni meteo odierne erano leggere per la Baia di San Francisco: il vento ha soffiato tra i 14 e i 17 nodi contro i 17-20 annunciati dai bollettini. Max Sirena ha sottolineato che Luna Rossa preferisce brezza più fresca: “Preferiamo il vento più teso perchè riusciamo a essere più stabili. Sfortunatamente le previsioni sono cambiate. Le nuvole hanno coperto il cielo anche dopo l’ora di pranzo e lo scambio termico è stato meno accentuato. Siamo consapevoli di essere in difficoltà con 14-15 nodi d’aria”.

Emirates Team New Zealand ha disputato una regata perfetta e si è pure cavato la soddisfazione di fare foiling durante la navigazione di bolina. Un exploit che ha permesso a Barker di dirsi molto contento delle performance dell’AC72 Aotearoa.

“La barca va molto bene e ha ottimi spunti in tutte le condizioni – ha spiegato lo skipper kiwi – Ogni giorno c’è qualcosa da imparare ed è interessante capire come la barca risponde al mutare delle condizioni. Sta a noi continuare nell’apprendimento e riuscire a essere consistenti e reattivi nell’adattare la configurazione della barca al variare del meteo”.

Emirates Team New Zealand potrebbe chiudere la partita già domani, diventando così il primo tea a vincere due volte la Louis Vuitton Cup in trent’anni di storia. Le regate 7 e 8 sono in programma per le 13.10 e 14.10 (ora del Pacifico).

Louis Vuitton Cup Final Standings (alla meglio delle 13 regate)

  • Emirates Team New Zealand – 5

  • Luna Rossa Challenge – 1


Race 6 Performance Data

  • Percorso: 5 lati/10.30 miglia nautiche

  • Tempo di percorrenza: ETNZ – 28:03, LR – 30:00

  • Delta: ETNZ +1:57

  • Distanza percorsa: ETNZ – 11.6 NM , LR – 11.9 NM

  • Velocità media: ETNZ – 24.82 kn, LR – 23.90 kn

  • Velocità massima: ETNZ – 37.28 kn, LR – 39.33 kn

  • Vento: Media – 14 kn, Massima – 17 kn


Programma finale Louis Vuitton Cup

  • Sabato 24 agosto: Final Race 7 (13.10 PT), Final Race 8 (14:10 PT)