La Giuria Internazionale ha emesso la sua decisione relativamente alla protesta contro ORACLE TEAM USA

GG12-SFOOCT-01836


L’inchiesta del Comitato di Stazza e della Giuria Internazionale sulle modifiche apportate da ORACLE TEAM USA ai sui AC45 nel corso del 2012 si è conclusa oggi con la pubblicazione della decisione assunta dalla stessa Giuria Internazionale.

Tre membri del team sono stati esclusi dalla partecipazione alla 34ma America’s Cup. Al team sono stati inoltre tolti due punti dalla finale dell’America’s Cup che inizierà il 7 settembre. Inoltre, al team statunitense è stata applicata una sanzione pecuniaria di 250.000 dollari.

In agosto il team aveva ritirato retroattivamente i suoi AC45 dalle regate disputate nella stagione 2012/2013.

La Giuria Internazionale ha confermato che a essere coinvolto nell’infrazione era stato un gruppo limitato di individui e che tutti i membri del management, inclusi gli skipper James Spithill e Ben Ainslie, il CEO Russell Coutts, il General Manager Grant Simmer e il direttore dello shore team Mark Turner, non erano a conoscenza e comunque non sono stati coinvolti in nessun modo.

Per vincere l’America’s Cup un team dovrà conquistare nove punti, il più alto numero in oltre 162 anni di storia della competizione. Il defender partirà quindi con un deficit di due punti e dovrà vincere undici regate per difendere il trofeo. A Emirates Team New Zealand, invece, ne basteranno nove.

L’attesa finale della 34ma America’s Cup, già ribattezzata ‘September Showdown’, tra lo skipper kiwi Dean Barker e quello statunitense Jimmy Spithill, inizierà sabato 7 settembre con la disputa di due regate, in programma alle 13.10 e alle 14.10 ora del Pacifico (le 22.10 e le 23.10 ora italiana).

Le regate continueranno domenica 8, martedì 10, giovedì 12, sabato 14 e, se necessario, ancora domenica, martedì e giovedì.

La decisione della Giuria Internazionale può essere consultata cliccando qui.