Il diritto di sfidare il Defender della 34ma America’s Cup verrà acquisito dal team che si aggiudicherà la Louis Vuitton Cup.


In programma nel 2013 nella baia di San Francisco, la Louis Vuitton Cup vedrà sfidanti provenienti da ogni angolo del mondo darsi battaglia nel tentativo di aggiudicarsi il posto nella seguente finale di America’s Cup.


Tra le altre cose, particolarmente significativo sarà il fatto che nel 2013 si festeggerà il trentesimomo anniversario della Louis Vuitton Cup che venne disputata per la prima volta nel 1983 a Newport: si tratta di uno dei binomi commerciali più longevi nell’ambito dello sport. Fu un esordio ricco di significati, visto che la prima edizione si concluse con la vittoria dello sfidante ufficiale – Australia II – dopo oltre centotrenta anni di dominio statunitense.


Sin dal principio apparve chiaro a tutti che la Louis Vuitton Cup era utile a soddisfare due obiettivi: selezionare lo sfidante ufficiale e preparare i team in vista del confronto con il Defender.


La storia dell’evento è quindi cambiata radicalmente. Prima della Louis Vuitton Cup, infatti, nessun challenger aveva superato il Defender. Dopo Australia II, invece, il vincitore del trofeo è riuscito quattro volte su sette a imporsi sul detentore.


“Ho preso parte a tre Louis Vuitton Cup, conosco quindi molto bene quanto questa manifestazione sia importante per gli sfidanti - sottolinea Russell Coutts, CEO di Oracle Racing – Siamo soddisfatti del ritorno di Louis Vuitton e non vediamo l’ora di sfidare il challenger ufficiale nel 2013”.


Louis Vuitton sarà anche Official Timekeeper dell’evento.


“Siamo assolutamente emozionati all’idea di continuare la partnership che da oltre trent’anni ci vede impegnati al fianco della Coppa America – ha commentato Yves Cercelle, presidente e CEO di Louis Vuitton Malletier – Siamo sicuri che la 34ma sarà la miglior Coppa America di sempre”